• Gajjey - travel to be more

Il Parco dei Mostri di Bomarzo, conosciuto anche come Sacro bosco.

1560 - 1585

Il Principe Pier Francesco Orsini commissiona all'architetto Pirro Ligorio il "Parco dei Mostri". Letteralmente un giardino ricco di statue sparse ritraenti mostri mitologici, persone fantastiche ed edifici surreali. Perchè? Proprio con questa domanda iniziano i dubbi. Le teorie ipotizzate sono molteplici e discordanti tra loro, tra tutte c'è solo una certezza. Circa a metà percorso, è possibile vedere il Tempio eretto in onore della defunta moglie Giulia Farnese. Una delle leggende vuole che l'intero Parco venne commissionato successivamente alla perdita dell'amata, per dar sfogo al dolore e alla sofferenza dello stesso Principe.


Tempio dedicato alla moglie defunta. Sacro Bosco, Viterbo

In seguito alla morte del principe Orsini, il Parco venne abbandonato per quasi 4 secoli. Se oggi abbiamo la possibilità di passeggiarci in mezzo, è grazie alla famiglia Bettini. Più precisamente, il merito va a Tina Severi Bettini, a cui è stata dedicata una lapide all'interno del Tempio, per aver riportato alla luce questo luogo misterioso ed enigmatico.


DOVE, COME, QUANTO

Il Sacro Bosco si trova a Viterbo, in Lazio.

Arrivare in prossimità con linee pubbliche, come treno o servizi di linea, non è impossibile, ma è estremamente scomodo. Il Parco dispone di un parcheggio non custodito, a cui è possibile arrivare in macchina, in taxi o in pullman privato, ad esempio per una escursione di gruppo.

Il biglietto costa 11 per gli adulti e 8 per i bambini da 4 a 8 anni. Consiglio sempre di dare un'occhiata agli orari sul sito ufficiale, soprattutto in questo anno di decreti e disposizioni ministeriali.

Se volete avere un'anteprima di quello che vedete, per farvi un'idea del luogo e delle statue, ecco un breve video di quando siamo andate una mia amica ed io! Soffermandoci su ogni statua e mantenendo un passo lento abbiamo impiegato poco meno di due ore per vederlo interamente.


E voi ci siete mai stati? Se sì, che impressione vi ha fatto? Direi che è il momento di alleggerire il testo e farci un giro in galleria! Buona visione viaggiatori! Travel to be more, Giada.


Pss se l'articolo ti è piaciuto lascia un cuoricino o un commento! Inviterai altri lettori ad aprire la pagina!

Giada ed io all'entrata del Sacro Bosco, sotto di noi scorre il ruscello. Davvero incantevole.
La raffigurazione di una Furia. Sacro Bosco, Viterbo.
Io ed una timida tartarugona di terra. Parco dei Mostri di Bomarzo, Viterbo
Echidna, una delle statue all'interno del Sacro Bosco, Viterbo.
La Casa Pendente all'interno del Parco Dei Mostri di Bomarzo, Viterbo.
La testa dell'Orco con bocca spalanca è forse l'opera più famosa. Sulla bocca recita "Ogni pensiero vola". Sacro Bosco
La Casa Pendente vista da dentro. Come potete notare il muro è dritto, ma noi...
La statua della testa di Proteo Glauco al Sacro Bosco. Foto di Traveltobemore
Quando si viaggia, è importante ricordare di divertirsi.. la compagnia giusta.. AIUTA!





13 visualizzazioni
  • Facebook
  • YouTube
  • Pinterest
  • Instagram
  • LinkedIn - cerchio grigio
©2020 di Travel to be more.