• Gajjey - travel to be more

MINI KIT MEDICO DI PRIMO SOCCORSO PRONTO ALL'USO.

Ciao a tutti viaggiatori, oggi affrontiamo un argomento che spesso viene preso un po' sottogamba (da me in primis! 😜) , ma che può aiutarci a trasformare positivamente quello che sarebbe potuto essere un ricordo non troppo sereno.

La necessità di avere un kit medico appresso durante i miei viaggi, si presentò la prima volta circa 6 anni fa. Era il mio primo viaggio oltre ai confini Europei, ed il primo della durata di circa un mese. Non sapevo assolutamente cosa mi sarebbe potuto servire, quanto sarei stata distante da una farmacia o da un ospedale e cosa avrei potuto effettivamente trovare. A dire il vero, non sapevo neanche se sarei stata in grado di descrivere i sintomi in una lingua differente dalla mia, se mi fosse successo qualcosa.

Così, la prima volta che misi medicinali e cerotti e garze in valigia, ne feci quasi una sporta. Inutile dire che la busta si ruppe nel giro della prima settimana e che di tutto quello che mi ero portata, fortunatamente, ne usai appena un terzo.

Con il passare degli anni, ho affinato la preparazione del kit ed ora tra comodità e serenità lo porto sempre appresso.

La vera svolta risale a un paio di anni fa, quando comprai una "borsina" con esterno impermeabile e cerniera che, una volta aperta, presentava a fisarmonica una sfilza di taschine. La grandezza della borsa in sé é perfetta e la capacità di capienza é più che sufficiente per avere davvero di tutto, e come potete immaginare, è quella che uso tutt'ora.