top of page
Post: Blog2 Post

Murales a Rimini, foto e itinerari di street art in Emilia Romagna

Caro viaggiatore, benvenuto nell'articolo dedicato alla street art in provincia di Rimini, un colorato tassello nella serie di post blog dedicati all'arte di strada in Emilia Romagna. Se ancora non hai letto quali tappe fare nelle altre province della regione, puoi recuperarle tutte da "Murales in Emilia Romagna: itinerario di street art da vedere in provincia di Bologna".


Oggi ci concentriamo su un percorso perfetto per una gita in giornata, partendo dalla collina e arrivando lungo la costa, passeggiando per tre diverse città. Iniziamo allora, sveglia presto, una ricca colazione e via verso la prima destinazione!


MURALES A SALUDECIO

Sui dolci pendii della Val Conca, tra coltivazioni e rigogliosi panorami naturali, il borgo medioevale di Saludecio abbraccia l'arte moderna e si colora di murales.

La collezione di circa 40 opere, è legata da un denominatore cumune. Tutti i dipinti che vedrai rappresentano le invenzioni fatte nel 1800, come quello della pizza, quello della giarrettiera, della macchina fotografica o della pizza!

I murales sono frutto del talento degli artisti ARPERC, arte per comunicare di Castellabate, e di anno in anno è possibile vedere nuovi capolavori colorare i muri della città.

Per questa prima tappa, calcola almeno un paio d'ore, più il tragitto per arrivarci. Puoi lasciare la macchina subito fuori da Porta Marina e arrivare in centro in passeggiata, seguendo il viale principale.

Curiosità!

La città di Saludecio era iscritta all'Associazione Italiana dei Paesi Dipinti, istituita nel 1994, dove la regione Emilia Romagna vantava quasi una decina di comuni. Sfortunatamente, l'associazione non è attualmente più attiva, nonostante il nobile scopo di promuovere e valorizzare il territorio italiano attraverso la propria arte.


STREET ART A RIMINI, I MURALES DI BORGO SAN GIULIANO E...

Direzione Riviera Romagnola, in appena quaranta minuti giungiamo a Rimini. Invece che avviarci verso il mare o il centro città, parcheggiamo vicino allo storico Ponte di Tiberio e iniziamo la nostra passeggiata proprio da qui.


Affacciandoti dal ponte stesso, infatti, potrai già ammirare le prime opere. Scendi le scalette e goditi questo assaggio di murales in una città di mare, passeggiando all'aria aperta con il rumore dell'acqua alle tue spalle. Una volta arrivato a Ponte della Resistenza, potresti valutare di fermarti per mangiare qualcosa.

Quale occasione migliore per pranzare, se non questa in prossimità del celebre borgo dei pescatori?

Hamburger, pizza o piatti alla carta, a Borgo San Giuliano la scelta non manca (anche soluzioni vegane, vegetariane e senza glutine). Una volta terminato il pasto, il giro alla scoperta della street art a Rimini riprende proprio da queste strade.


Conosciuto come il Borgo dei Murales di Rimini, questo quartiere è famoso per le sue storiche opere Felliniane. Gli abitanti della zona custodiscono con amore le facciate dei propri edifici, arricchendole di colori e di piante e suscitando piacevoli emozioni ad ogni passante. Questo piccolo scrigno potrebbe portarti via circa tre quarti d'ora, tra fotografie e ricerca dei dipinti.


EXTRA! Sempre qui nel borgo, avrai la fortuna di ammirare anche un'opera del celebre artista riminese Eron, graffitista di fama nazionale. Puoi ritrovare la sua mano anche nella Chiesa di San Marino in Riparotta, al Museum of City, e nella vicina città di Sant'Arcangelo.


... I MURALES DI SAN GIULIANO A MARE!

Ebbene sì, quello che non tutti sanno è che di San Giuliano ne esistono ben tre: borgo, mare e monte.

Dal borghetto dei pescatori prosegui in direzione mare e, per esser sicuro di non sbagliare lato del porto e trovarti sul lungomare di Rimini, ti consiglio di inserire sul navigatore questo punto. Dovessi aver bisogno di spostarti in auto, qui troverai anche diversi parcheggi!


Murales nascosti in Riviera Romagnola
Murales nascosti in Riviera Romagnola

Seguendo la pedana di legno e lasciandoti gli stabilimenti balneari sulla destra, inizia la tua passeggiata esperienziale di murales lungo la spiaggia.

Arriverai in fondo con obbligo di svolta: continua sul marciapiede cementato, lasciandoti il mare alle spalle. Mentre alla tua destra il fiume sfocerà nell'Adriatico, alla tua sinistra si aprirà un'altra via di dipinti di strada.

Benvenuto sul lungo fiume degli artisti, la galleria a cielo aperto intitolata "Camminando e ammirando", pensata dall'Associazione Infezna, no-profit locale.


Questa terza e penultima tappa dell'itinerario dedicato ai murales in provincia di Rimini, ti chiederà appena mezz'ora.



STREET ART A BELLARIA, IN PROVINCIA DI RIMINI

In circa un quarto d'ora siamo a Bellaria, città in lenta ma continua evoluzione, e lasciamo la macchina in uno dei parcheggi appena fuori dal centro.


Il giro ad anello che ti consiglio di seguito potrai farlo nella direzione che più ti ispira. Ti anticipo che il numero dei murales sarà leggermente ridotto rispetto alle città già visitate oggi, e che le opere saranno appena più distanti le une dalle altre.

Tuttavia, a fine percorso potrai dire che ne sarà valsa la pena e che sì, questa destinazione meriterebbe una sosta più lunga!



Approfittiamo della luce e godiamoci una passeggiata lungo il porto, scendendo verso il mare. La prima opera sarà proprio di strada, in via Uso, dove gli artisti Ermes Bichi e Andrea Casciu hanno dipinto le pareti del sottopasso. Arrivati in spiaggia, seguiamo il lungomare. In via Salemi, potremo ammirare l'opera dell'artista Luogo Comune, di recentissima creazione. Continuiamo fino ad arrivare al Palazzo del Turismo di Bellaria, dove l'artista Gola Hundun ha recentemente creato l'opera "Effetti dell’azione incosciente", invitandoci a riflettere sulle conseguenze che la nostra quotidianità ha sull'ambiente marino.

Murales alla stazione dei treni di Bellaria
Murales alla stazione dei treni di Bellaria

Attraversando la strada, sosta d'obbligo alla stazione dei treni di Bellaria. Proprio davanti ai binari, un dipinto marino ricopre l'intera facciata dell'edificio!

Seguiamo il viale principale della città e giungiamo alla Borgata Vecchia, tappa finale dell'itinerario di oggi. Oltre ad ammirare statue e opere d'arte rappresentanti la vita di mare, troveremo anche tanti coloratissimi murales. Ti anticipo qualche foto con la galleria fotografica che precede questo paragrafo.


A questo punto, dovrai solo scegliere se fermarti per cena in uno dei locali tipici o originali della zona, o rimetterti in marcia per il rientro verso casa!

Bellaria propone anche cucine estere, come quella spagnola o messicana.


Il nostro giro di arte di strada in provincia di Rimini è terminato ma, prima di salutarti, ti lascio un paio di curiosità su questa zona.


La vicina Igea Marina ha altri bellissimi murales, anche questi, tuttavia, distanti gli uni dagli altri. In particolare, ti suggerisco la zona del Gelso.


Negli ultimi anni queste due città sono state tela per molti artisti, grazie al lavoro svolto per il BIM FESTIVAL, (Bellaria - Igea Marina festival) di cui ti lascio il video realizzato da "La Bottega Culturale", in occasione dell'edizione dello scorso 2022.


Come sempre, ti invito a seguirmi nei miei viaggi attraverso il profilo Instagram @gajjey, o ad unirti direttamente ad un'escursione di gruppo.


Se l'articolo ti è stato utile lascia un cuoricino qui in fondo alla pagina. Condivilo con chi come te ama l'arte di strada e non esitare a farmi domande per qualsiasi chiarimento!


Intanto buona visione e al prossimo itinerario di viaggio,

Jey



163 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti

Commentaires


PROSSIMI EVENTI