• Gajjey - travel to be more

Expedition Happiness: la vera storia di una coppia a bordo di uno scuolabus attraverso le Americhe

Non sono un'amante sfegatata di van e camper. Tanto meno sogno di comprarne uno, nonostante l'idea di un viaggio su ruote a passo lento mi alletti molto. É stato un amico a consigliarmi di guardare il film. Dopo aver saputo che fosse il documentario autobiografico di una giovane coppia che decide di attraversare l'America da nord a sud con il proprio cane a bordo di un bus ristrutturato, mi sono detta "ehi, questa devo proprio vederla!"


Spedizione felicità, titolo originale "Expedition Happiness". Immagine presa dal web.

LA TRAMA


Selima e Felix sono due giovani ragazzi tedeschi, entrambi appassionati di viaggi. La loro visione alternativa sui trasporti li contraddistingue già da tempo, già da quando Felix girò un documentario nel 2015, raccontando del suo viaggio in bicicletta che toccò ben 22 nazioni e durò un anno esatto.


Visto il successo ottenuto in Germania, i due decidono di partire all'avventura l'anno successivo e di riprendere con una videocamera tutta la loro esperienza. Il loro viaggio pare unico sin dall'inizio. Selima e Felix decidono di attraversare l'America dall'Alaska fino a giungere a Panama. Ancor prima di partire acquistano quello che sarà il loro mezzo di trasporto: uno scuolabus vecchio. Completamente da sistemare ed adattare alle esigenze umane (cucina, bagno, letto etc...) passano un primo momento a ristrutturare il bus.


Una volta pronti, disegnano sulla fiancata del veicolo il titolo dato al loro viaggio "Expedition happiness", ovvero "Spedizione Felicità" e si mettono in strada. Alaska, Stati uniti, Messico ed infine Panama. La destinazione finale originale sarebbe dovuta esser l'Argentina, ma durante il percorso il loro cane patisce le temperature eccessive e i due sono messi di fronte al bivio, se fermarsi o se andare avanti senza il compagno.


Locandina del film, immagine presa dal web

E poi che è successo? Selima e Felix hanno venduto lo scuolabus ad un'asta su internet e sono tornati in Germania! Il documentario è stato girato da Felix, il merito della musica invece va a Selima, compositrice e musicista. Genere: documentario, viaggio Durata: 95 minuti Paese: Germania

Anno: 2017

Produzione: Netflix


Alcuni dei momenti durante il restauro. Immagine presa dal web
Arredamento interno dello scuolabus una volta terminati i lavori. Incredibile vero?

Nei primi articoli-consiglio ero solita scrivervi anche una valutazione personale. Poi, ho pensato che se mi prendo tempo per suggerire una determinata lettura o un film specifico è perché sicuramente mi ha fatto una buona impressione. (E perché sinceramente ho pensato che non importasse a nessuno leggere una mia ipotetica valutazione ahahah!) Ma... questo documentario devo ammettere che non mi abbia particolarmente coinvolta. Non riusciva a mantenere la mia attenzione, nonostante le riprese siano davvero semplici e scorrevoli. A confermare la mia opinione sul film è stata una scena in particolare. Ad un certo punto i ragazzi devono scegliere se proseguire il loro viaggio accompagnati o meno dal fedele amico a 4 zampe, purtroppo colpito da problemi di salute a causa del viaggio stesso. Sinceramente, la frustrazione che coglie i due per questa decisione è molto lontana dalla mia concezione. Se dovessi vedere uno dei miei animali soffrire, non sarei così indecisa sul se andare lo stesso avanti senza di lui pur di viaggiare. Penso che la felicità sia davvero composta dalla completezza di un preciso istante e che non sia una meta o una destinazione aggiunta sulla cartina. Fortunatamente alla fine i ragazzi decidono di non separarsi dal cane e non arrivare fino in Argentina. (Anche perché lì le strade sarebbero state troppo strette per lo scuolabus! Pare.)

Beh viaggiatori, il mondo è bello perché è vario! E voi l'avete già visto questo documentario? E che avreste fatto voi, avreste proseguito con o senza il fedele amico peloso?


Adesso vi starete chiedendo perché allora io suggerisca questo documentario. Perché la volontà di questi ragazzi ci insegna che c'è sempre un modo diverso di viaggiare, una via personale per conoscere il mondo. Se avete un sogno, stringetelo e fate che si realizzi! Sfidate le vostre paure e troverete una vita d'incanto!


Un ringraziamento speciale a Chicco, scopritore e suggeritore ufficiale di questo film. Grazie!


Travel to be more, Giada.


Pss a proposito di viaggi.. se volete avere più spesso notizie, seguite le storie sul mio profilo Instagram e i post sulla mia pagina Facebook.

42 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti
HAI UNA DOMANDA DA FARE INERENTE ALL'ARTICOLO
APPENA LETTO O A QUALCHE ALTRO VIAGGIO?
9 GIORNI ALL'EVENTO
02 mag, 09:00
Fusignano
Palme su una spiaggia
Chi sono gajjey-worldtraveltobemore

La mission di "World travel to be more"

Travel blogger e travel coordinator, insieme al lavoro anche tutta la mia vita gira attorno alla sfera dei viaggi. 

Multipotenziale ed ipersensibile, ho fatto delle mie emozioni altalenanti il mio punto di forza. Viaggiando da sola in luoghi meno battuti, ho consolidato l'idea che i confini debbano esistere solo sulle mappe. Mi sposto in solitaria per godermi tutte le occasioni che il mondo ha da offrirmi, per migliorare come essere umano e come viaggiatrice consapevole. 

In una società dove sono per lo più le cattive notizie a darci il buongiorno ogni mattina, condivido aneddoti su persone incontrate e nuovi luoghi conosciuti. Tra un itinerario e l'altro, viaggio con le tradizioni da casa, e vi porto con me attraverso letture, visioni e ricette di altre culture. 

Credo nel potere delle persone, sostengo che ogni viaggio ci renda esseri umani migliori. Voglio provarlo a quanti più lettori possibili, articolo dopo articolo e, per chi ne avrà piacere , un viaggio di gruppo alla volta. 

Viva la vita!

"You only live once, but if you do it right... once is enough."

Giada.

  • Amazon - cerchio grigio
  • Facebook
  • YouTube
  • Pinterest
  • Instagram
  • LinkedIn - cerchio grigio
©2020 di World travel to be more.