• Gajjey - travel to be more

"Il ragazzo che catturò il vento".

Un ragazzo, una passione, una necessità: l'idea che ha cambiato le sorti di un villaggio in piena carestia.


Ben trovati viaggiatori, con la pellicola di questa settimana torniamo indietro di qualche anno, siamo nel 2001 e voliamo a Wimbe, in Malawi.


La trama.


William Kamkwamba è un giovane ragazzo, figlio di una famiglia di contadini. La sua passione per l'energia e per gli apparecchi elettronici lo stimola continuamente allo studio, ampliando conoscenze che riesce a mettere in pratica offrendosi di aggiustare gli apparecchi rotti dei vicini o degli amici.

Quando i genitori non riescono più a provvedere al pagamento delle tasse scolastiche, a William viene impedito di frequentare le lezioni. Avendo scoperto la relazione segreta di sua sorella con uno degli insegnanti, si vede costretto a ricattarlo per poter tornare a scuola e per poter iniziare a studiare in biblioteca. Ed è qui, grazie alle risorse scolastiche e alla sua passione crescente, che riesce a formulare una sua tesi per poter sfruttare al meglio l'energia in ambito agricolo. La siccità ha messo in ginocchio queste terre ed i suoi abitanti, sempre più stanchi ed affamati. La paura e la carestia creano caos all'interno del villaggio, portando le persone a lotte e furti ed, in seguito, ad abbandonare la propria dimora.

William sente di dover far qualcosa e costruisce un prototipo di mulino con pale eoliche. La sua idea non viene ben accolta dai contadini, da suo padre in primis, uomo premuroso ma fortemente attaccato alle tradizioni e alla religione. Il progetto subisce un grave rallentamento. Sarà solamente dopo una serie di tristi vicende che il ragazzo potrà avere una possibilità di salvare il villaggio dalla gravosa siccità.


Commento personale, pensieri random e mini scheda tecnica.


Come ogni pellicola suggerita in questa rubrica del lunedì, anche questa vicenda è tratta da una storia vera.

Chiwetel Ejiofor come co-protagonista, ricopre il ruolo dell'amorevole padre contadino testardo, e fa il suo debutto come regista, personalmente con grande successo.

Il film rimane pratico e semplice per tutta la sua durata, spogliandosi di futili dettagli e tenendo lo spettatore concentrato sui temi delle difficoltà di famiglia, della tragedia collettiva e, non da meno, di denuncia politica.


"Di necessità una virtù" è il proverbio che fa da lenzuolo alla storia.

Un adolescente pone tutta la sua passione e la sua conoscenza a servizio della salute della sua famiglia e del villaggio, ponendo la scienza di fronte all'attaccamento religioso e tradizionalistico tipico di un villaggio legato alla propria cultura.


Genere: drammatico, storico.

Durata: 113 minuti.

Paese: Inghilterra

Anno di pubblicazione: 2006

Produzione: Netflix

Voto personale: 4,5/5.

Assolutamente consigliato.


Travel to be more,

Giada.



  • Facebook
  • YouTube
  • Pinterest
  • Instagram
  • LinkedIn - cerchio grigio
©2020 di Travel to be more.