• Gajjey - travel to be more

SOUL SURFER: UN FILM SENZA TEMPO.

Sono sicura che molti di voi siano amanti del mondo cinematografico. Vi capisco. Un film può insegnare, può spronare, può stupire… può farci vedere la vita che vorremmo vivere, guardare la persona che vorremmo essere. Alcuni film, più di altri, sono senza tempo. Il loro insegnamento sembra cadere a pennello in ogni periodo della nostra vita, quasi volesse invitarci a non dimenticarci che c'è un finale anche per noi, lì che ci aspetta.


Per me uno di questi film è "Soul Surfer". Potrei osare classificarlo nella mia top 10 dei film preferiti. Stiamo vivendo un periodo che passerà alla storia come un ostacolo che ci ha costretti a tirar fuori il meglio di noi in ogni ambito, ogni giorno. Un momento così fragile della nostra vita dove la resa e la non accettazione di quello che sta - e che è - successo potrebbero solo peggiorare le cose. Questa pandemia ci sta letteralmente obbligando a mettere in pratica tutti i trucchi di sopravvivenza imparati nel corso degli anni, accortezze per salvarci fisicamente e mentalmente. Tutto accade per una ragione. Sta a noi cercare di cambiare prospettiva, di mantenere la calma e di analizzare la situazione a mente lucida e con un occhio più distaccato. Dobbiamo allontanarci dal problema per vederlo nel suo complesso e metabolizzare che se è successo a noi c'è un motivo e che siamo noi a dover imparare ad approfittare di questa occasione per migliorarci e reagire.

"I don't need easy. I just need possible". Bethany, la protagonista del film, diventa idolo di chiunque si trovi in una situazione difficile con questa sua citazione piena di forza e determinazione: "Non mi serve che sia facile, mi serve che sia possibile".

Dal film di oggi vedremo proprio questo. Impareremo che possiamo essere più forti, abbiamo solo bisogno di cambiare punto di vista. Tratto da una storia vera.


Bethany insieme ad AnnaSophia Robb, l'attrice che interpreta il suo personaggio in età adolescenziale.

TRAMA

Bethany Hamilton vive a Kauai, l'isola verdeggiante delle Hawaaii. Come ogni isolano il suo rapporto con l'acqua è un rapporto inscindibile e sin da piccola impara a viverci in mezzo facendone il suo stile di vita. In piedi ad una tavola, diventa di anno in anno sempre più forte, una promessa campionessa del surf. Ma la vita ha in serbo per lei qualcos'altro e Bet è costretta a tirar fuori tutta la sua energia - e la sua fede - per accettare ciò che le è successo e trarne un insegnamento. Durante una mattinata di allenamento in acqua, uno squalo attacca Bethany, portandole via un braccio. L'agitazione nell'arrivare sulla terra ferma, la corsa in ospedale e la speranza di sopravvivere alla perdita di tutto quel sangue sono solo l'inizio di quello che la aspetta. La sua vita è cambiata per sempre. Beth ha appena 14 anni quando viene chiamata a dimostrare al mondo che si può andare avanti lo stesso. Che si può ancora combattere, che basta cambiare punto di vista per accettare ciò che è successo ed andare avanti.

Genere: storia vera, drammatico, biografico, sportivo Durata: 106 minuti Paese: USA

Anno: 2011

Il documentario uscito recentemente, una vera intervista a Bethany sulla sua vita dopo quel primo film.

Alla fine di un film così coinvolgente ci si fa sempre un sacco di domande sui protagonisti, a cui diventa impossibile non affezionarcisi. Avrà continuato a surfare? Si sarà sposata e avrà messo su famiglia? Avrà continuato a lottare e a migliorare se stessa mettendosi continuamente in gioco? A distanza di 7 anni, esce il seguito di questo primo capolavoro. "Unstoppable" è un documentario sulla vita di Bethany Hamilton ad oggi. Nessun'attrice che parli al posto suo, una vera intervista scandita da immagini e video della sue giornate. Interventi di amici, parenti e professionisti nel mondo del Surf. Forse al mondo è questo che ci vorrebbe. Ci vorrebbero storie vere che spronino chi ha meno forza a fargli capire che ce la può fare, che può andare avanti, che sarà comunque bellissimo. Diffondiamo gentilezza e coraggio, che il mondo ne ha sempre bisogno.


E voi che ne pensate viaggiatori? Avete già visto questo film o avete intenzione di farlo? E se doveste suggerirne uno voi… quale proporreste? Travel to be more, Giada.

43 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti
HAI UNA DOMANDA DA FARE INERENTE ALL'ARTICOLO
APPENA LETTO O A QUALCHE ALTRO VIAGGIO?
9 GIORNI ALL'EVENTO
02 mag, 09:00
Fusignano
Palme su una spiaggia
Chi sono gajjey-worldtraveltobemore

La mission di "World travel to be more"

Travel blogger e travel coordinator, insieme al lavoro anche tutta la mia vita gira attorno alla sfera dei viaggi. 

Multipotenziale ed ipersensibile, ho fatto delle mie emozioni altalenanti il mio punto di forza. Viaggiando da sola in luoghi meno battuti, ho consolidato l'idea che i confini debbano esistere solo sulle mappe. Mi sposto in solitaria per godermi tutte le occasioni che il mondo ha da offrirmi, per migliorare come essere umano e come viaggiatrice consapevole. 

In una società dove sono per lo più le cattive notizie a darci il buongiorno ogni mattina, condivido aneddoti su persone incontrate e nuovi luoghi conosciuti. Tra un itinerario e l'altro, viaggio con le tradizioni da casa, e vi porto con me attraverso letture, visioni e ricette di altre culture. 

Credo nel potere delle persone, sostengo che ogni viaggio ci renda esseri umani migliori. Voglio provarlo a quanti più lettori possibili, articolo dopo articolo e, per chi ne avrà piacere , un viaggio di gruppo alla volta. 

Viva la vita!

"You only live once, but if you do it right... once is enough."

Giada.

  • Amazon - cerchio grigio
  • Facebook
  • YouTube
  • Pinterest
  • Instagram
  • LinkedIn - cerchio grigio
©2020 di World travel to be more.