• Gajjey - travel to be more

DOH! DONUTS AMERICANE: la ricetta alla portata di tutti.

Da quelle più colorate a quelle più piccole, vuote o ripiene, tutti, almeno una volta nella vita, siamo stati attirati dall'idea di assaggiare una ciambella americana: le famosissime Donuts (o Doughnuts).

Al solito nell'articolo troverai:

1. Ricetta

2. Consigli pratici 3. Curiosità

Le ciambelle che faremo oggi saranno vuote, così da rimanere più leggere e perfette per ogni occasione! Ma se ti piaceranno pubblicherò una seconda versione per quelle ripiene. Fammelo sapere nei commenti!

Pronti a divertirvi? Questo dolce colorerà la vostra giornata!

LA RICETTA

PREMESSA: la ricetta che segue prevede una lavorazione dell'impasto. Se non sei abituato consiglio l'uso della planetaria o tanta pazienza.

Ingredienti

560 gr di farina di Manitoba

50 gr di burro

1 uovo

12 gr di lievito di birra fresco

50 gr di zucchero

260 ml di latte

9 gr di sale

1 bacca di vaniglia

1lt di olio di semi per friggere

Per la glassa 200 gr di cioccolato (fondente o al latte a vostro gusto)

180 gr di zucchero a velo 40 gr di burro

colorante rosa/rosso/blu/giallo (a vostra scelta) in gel

zuccherini colorati


Procedimento

In una ciotola molto capiente, o direttamente nella planetaria se lavorerai con quella, sgretola il lievito fresco e fallo sciogliere con 100 ml di latte a temperatura ambiente (dose presa dai 260ml totali). Una volta amalgamato, aggiungi 100 gr di farina, sempre dalla quantità della lista, e mescola con una frusta, fino ad ottenere un impasto compatto. Chiudi la ciotola con la pellicola e lascia riposare un'ora in una zona calda della casa.

A circa un quarto d'ora dalla fine del tempo di attesa, taglia il burro in pezzetti e lascialo ammorbidire a temperatura ambiente.

Incidi la bacca di vaniglia per la sua lunghezza e raschia i semini che trovi al suo interno. Al composto lievitato, aggiungi la farina ed il latte restanti, l'uovo, lo zucchero, la vaniglia e mescola bene. Se stai usando la planetaria, ti basterà il gancio per questa prima fase. Quando gli ingredienti saranno amalgamati aggiungi il burro ed impasta ancora. Aggiungi il sale e lavora il tutto fino ad ottenere una palla color crema dall'aspetto liscio. Se stai usando la planetaria sostituisci il gancio con la foglia e, a velocità bassa, lascia impastare per 10-15 minuti.

Complimenti, hai fatto l'impasto delle tue ciambelle! Copri la ciotola con la pellicola e riponilo in un ambiente caldo. Lascia lievitare almeno dalle 2-3 ore, fino a quando il composto non avrà superato il doppio del suo volume iniziale. Una volta cresciuto, stendi il prodotto su un piano abbastanza grande, fino ad ottenere lo spessore di 1cm. Usa due stampi circolari per tagliare la forma della ciambella, uno per la forma esterna ed uno molto più piccolo per il buco. Poni le ciambelle su una teglia foderata di carta forno e lascia riposare per circa 1 ora e mezza, sempre in un luogo caldo. Il composto avanzato non sarà più impastabile, ma puoi tagliarlo a strisce, friggerlo e mangiarlo come stuzzichino.


Metti la padella con l'olio sul fuoco e lascia che raggiunga i 180°. Friggi le ciambelle appoggiandole qualche minuto per ogni lato. Lasciale scolare su carta forno.


Intanto che si raffreddano e che perdono l'olio in eccesso, prepara la glassa per guarnirle. In un pentolino unisci 20gr di burro con il cioccolato fondente. Scalda a bagnomaria o in microonde, fino ad ottenere una consistenza cremosa. In un secondo pentolino fai sciogliere i rimanenti 20 gr di burro. Unisci lo zucchero a velo e mescola bene. Aggiungi qualche goccia di colorante alimentare, fino a raggiungere l'intensità che desideri. Se l'impasto rimane troppo denso, aggiungi un cucchiaio di acqua alla volta fino ad ottenere la consistenza che preferisci.

A questo punto, le ciambelle saranno tiepide. Poni le Donuts su una griglia e colagli sopra il prodotto. Se non disponi di un rialzo, versa la glassa sopra la ciambella con un cucchiaio. Prima che si asciughi la glassa, decora a piacere con zuccherini colorati!

Scatenate la fantasia, aggiungete colori e dettagli! Anche l'occhio vuole la sua parte.

CONSIGLI UTILI

Ecco qualche accortezza da seguire durante la ricetta. - Spesso non importa l'ordine in cui aggiungiamo e mescoliamo gli ingredienti, altre volte è davvero importante. Ricordati di aggiungere il sale per ultimo e dopo aver amalgamato bene il composto. Perché non porlo direttamente insieme al resto e mescolare tutto insieme? Il sale riduce l'effetto del lievito! Potresti boicottare il preparato già dall'inizio! - Questo è abbastanza scontato, ma per chi fosse alle prime armi è bene ricordarlo. Non immergere le ciambelle nell'olio caldo a mani nude, utilizza una pinza che ti distanzi dal liquido bollente. Dovesse schizzarti qualche goccia sulle mani o sulle braccia (o peggio), rischi davvero una bruciatura con tanto di cicatrice. Direi che non ne vale la pena! :) - Quando fai sciogliere burro e cioccolato (questo suggerimento vale per ogni ricetta che farai), ricordati di tagliare il tutto in pezzetti piccoli, preferibilmente della stessa grandezza. Si scioglieranno più in fretta ed in modo più omogeneo e sarà più facile tener d'occhio il tutto. - Se utilizzi il microonde apri almeno una volta lo sportello e mescola gli ingredienti, prima di lasciar terminare il tempo. Eviterai di trovarti con qualche pezzo ancora solido e una parte del composto quasi bruciato. - Aggiungi il colorante alimentare poco alla volta, fino a creare il tono che preferite! Questo tipo di prodotto ha già lo scopo di colorare gli alimenti, quindi non esagerare con le quantità, vedrai che otterrai ottimi risultati con poche gocce.

- I "buchi" tagliati via dalle ciambelle, una volta fritti, potresti passarli nello zucchero e proporli come bomboloncini vuoti! Davvero una prelibatezza, provare per credere!

- Conservazione: metti le ciambelle avanzate sotto vuoto in frigorifero. Consuma entro 3 giorni circa.

Pss! Ricordatevi che devono piacere a voi!

CURIOSITÀ: UN PO' DI STORIA AMERICANA!

Ecco un simpatico aneddoto: le ciambelle americane, in realtà, non nascono affatto in America. Come molte tradizioni, anche alcuni cibi sono stati importati durante i periodi di colonizzazione o di immigrazione che si sono susseguiti nel corso della storia. In questo caso sono stati gli Olandesi a portare all'America il loro olykoek, un dolce fritto nel grasso di maiale, divenuto nel tempo la più conosciuta Donut. La prima vera ciambella della storia, come la conosciamo ad oggi, pare esser nata nel 1847, quando un capitano navale inglese perforò il dolce per poterlo friggere più omogeneamente. Pare che fino ad allora si inserisse della frutta secca al centro dell'impasto, il punto più difficile da cuocere. Ed è proprio da queste due informazioni che arriviamo alla terza curiosità: perché "Donut" (o doughnut) ? La risposta ufficiale purtroppo pare non esista, ma le versioni più gettonate pare che siano due. La prima si riferisce al nome di un altro dolce Olandese, effettivamente similare. La seconda invece fa riferimento alla frutta secca che veniva inserita nel cuore della ciambella.


Alcune delle ciambelle più vendute nel mondo! Familiari vero? (Immagine presa dal web)

Crea le tue Donuts Americane, divertiti e sbizzarrisciti con le decorazioni! Se hai piacere taggatemi su Instagram e su Facebook, sarò felice di vedere le tue creazioni e di ripubblicarle. Ricordati di iscriverti alla newsletter per ricevere la notifica di una nuova ricetta o di un nuovo articolo sul blog! A settimana prossima goloso viaggiatore. Travel to be more, Giada.



4 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti
HAI UNA DOMANDA DA FARE INERENTE ALL'ARTICOLO
APPENA LETTO O A QUALCHE ALTRO VIAGGIO?
9 GIORNI ALL'EVENTO
02 mag, 09:00
Fusignano
Palme su una spiaggia
Chi sono gajjey-worldtraveltobemore

La mission di "World travel to be more"

Travel blogger e travel coordinator, insieme al lavoro anche tutta la mia vita gira attorno alla sfera dei viaggi. 

Multipotenziale ed ipersensibile, ho fatto delle mie emozioni altalenanti il mio punto di forza. Viaggiando da sola in luoghi meno battuti, ho consolidato l'idea che i confini debbano esistere solo sulle mappe. Mi sposto in solitaria per godermi tutte le occasioni che il mondo ha da offrirmi, per migliorare come essere umano e come viaggiatrice consapevole. 

In una società dove sono per lo più le cattive notizie a darci il buongiorno ogni mattina, condivido aneddoti su persone incontrate e nuovi luoghi conosciuti. Tra un itinerario e l'altro, viaggio con le tradizioni da casa, e vi porto con me attraverso letture, visioni e ricette di altre culture. 

Credo nel potere delle persone, sostengo che ogni viaggio ci renda esseri umani migliori. Voglio provarlo a quanti più lettori possibili, articolo dopo articolo e, per chi ne avrà piacere , un viaggio di gruppo alla volta. 

Viva la vita!

"You only live once, but if you do it right... once is enough."

Giada.

  • Amazon - cerchio grigio
  • Facebook
  • YouTube
  • Pinterest
  • Instagram
  • LinkedIn - cerchio grigio
©2020 di World travel to be more.