• Gajjey - travel to be more

FILIPPINE: HAPPY NEW YEAR! Intervista al viaggiatore del mese: sharing is caring!

"Con immenso piacere, ti presento il mio viaggio nelle Filippine. Popolo povero, ma ricco di sorrisi con paesaggi tra i più belli mai visti." Claudia D.

Big Lagoon, El Nido.

VIAGGIATORE DEL MESE

Viaggiatrice: Claudia D.

Classe: 1989.

Tipo di viaggio: di coppia.

Permanenza: 2 settimane.

Periodo: feste natalizie e capodanno 2019.

Instagram: Cliu_




Isola Mantinloc, El Nido.

DESTINAZIONE DEL MESE

Destinazione: Repubblica delle Filippine.

Localizzazione: sudest asiatico, oceano pacifico occidentale.

Per farci un'idea! Caratteristiche generali: l'arcipelago è composto da circa 7100 isole, di cui abitate meno di 900.

Il clima è influenzato dalla latitudine subequatoriale e dai monsoni.

La temperatura è costantemente elevata, ad esempio a Manila, la capitale, il mese più "freddo" dell'anno raggiunge i 25,3°C.

Prima di partire è bene controllare quali mesi siano più soggetti a piogge!




G: Ciao Claudia! Vediamo di inquadrare un po’ il tuo viaggio e partiamo subito con un bel “perché”! Come mai hai scelto questa destinazione? C: Ciao Giada! 😊 La scelta delle Filippine risale a ben 6 anni fa dopo una vacanza in Thailandia. Da li mi appassionai all'Asia e iniziai a leggere dei blog di viaggio focalizzandomi soprattutto su questa meta. Oltre alle bellissime foto dei paesaggi, ero attratta dal fatto che non fosse ancora gettonata dal turismo di massa. Per anni ho accantonato questo sogno per via del meteo soggetto a tifoni, per la distanza e per gli spostamenti sul posto. Ma fortunatamente, quest'anno il mio fidanzato ha deciso di assecondarmi (chi la dura, la vince 😂)

G: Ahahah, direi che hai vinto alla grande! Bene, devo confessarti che ad attirare la mia attenzione sia stato anche il mese in cui sei stata via. Il periodo delle feste è sempre un po’ impegnativo a livello economico, cosa ci dici del prezzo del volo e delle strutture? Consigli di prenotare con anticipo o pensi che in queste isole non sia necessario? C: Sì, andare via durante il periodo delle feste è sempre molto impegnativo. Sia a livello di turismo affollato sia (soprattutto) a livello economico. Ma ho a disposizione questo periodo perché privarsene?!! Ovviamente con parsimonia. Finché siamo giovani, se dobbiamo fare uno scalo in più (di massimo 3\4 ore) per risparmiare qualcosa sul prezzo, perché no?! Per quanto riguarda gli alloggi, anche nelle mie precedenti vacanze, non abbiamo mai soggiornato in villaggi e\o resort. Abbiamo sempre cercato alloggi con fascia di prezzo media\bassa, dando priorità al bagno privato in camera con una pulizia accettabile. Nelle mie esperienze di viaggi prenotare con largo anticipo (6\7 mesi prima) non ha portato a grandi risparmi. Purtroppo sotto le feste i prezzi all'incirca sono sempre quelli. Solitamente acquistiamo i voli a settembre con partenza 24\25 dicembre. Gli alloggi 1-2 mesi prima della partenza, tenendoli monitorati perché sono date molto richieste.

G: Come hai già detto tu, spesso abbiamo delle ferie obbligate a determinati periodi e in chi decide di partire lo stesso scatta un po' la paura di arrivare a mete sovraffollate. Nei vari luoghi visitati alle Filippine hai notato grossa affluenza di turisti? C: Sì, essendo un periodo molto gettonato, purtroppo le spiagge o i locali sono affollati. Ma la cosa positiva delle Filippine, è che (ancora per poco tempo 😭) non è inondata dal turismo di massa. Perciò si può avere la fortuna di godersi posti con pochissima gente attorno . Per quanto riguarda i tour a El Nido (da fare obbligatoriamente), invece sono davvero tanto richiesti. Ma volendo si possono affittare delle barche private e gestirsi come si vuole (consigliato per chi viaggia in gruppo).

G: Capita spesso che ci si voglia allontanare dal proprio paese anche per conoscere altre culture. Cosa ci sai dire degli altri turisti incontrati in questo specifico periodo? C: Il turismo è molto vario, tantissimi asiatici, australiani e, con grande stupore, pochi italiani!!!!

G: A tal proposito… come ti sei trovata con la lingua? Immagino parlassi inglese, hai mai avuto qualche problema di comprensione? C: Devo ammettere che, per quanto io ami viaggiare, il mio inglese è da rivedere 😁 Ma per fortuna mi butto, provando a dire qualcosa.. e insieme al mio fidanzato riuscivamo a dialogare. I filippini sono davvero molto disponibili, pronti a farsi capire in qualche modo e inoltre l'inglese è conosciuto.

G: Ho letto essere la moneta ufficiale il peso filippino, quando si deve convertire la moneta locale il grande dubbio è sempre lo stesso: la cambio prima di partire o una volta giunta a destinazione? C: I soldi li abbiamo cambiati una volta giunti a destinazione. Siamo partiti con un po' di contanti e carte prepagate e\o di credito.

G: Bene! Entriamo nel vivo del nostro viaggio dai. La prima cosa positiva che ti viene in mente quando ti chiedono del tuo viaggio alle Filippine? C: PAESAGGI CHE TOLGONO IL FIATO 😍

G: ahahah non mi viene difficile crederlo! e una negativa? C: Non bere la loro acqua e\o ghiaccio.

G: Ottimo promemoria, in viaggi del genere dobbiamo ricordare che i nostri corpi sono abituati a tutt'altra alimentazione. Parlaci del clima, in questi ultimi anni di sconvolgimento generale delle stagioni, com’è stato il tempo là? C: Il tempo nell'isola di Palawan è sempre stato bello, soleggiato, temperature intorno ai 27\28 gradi. Mentre a Boracay tempo più variabile. Tutto sommato molto fortunati, nonostante fossimo arrivati in concomitanza con il passaggio del tifone Ursula.

G: Scommetto che l’acqua sulle coste delle Filippine sia qualcosa di indescrivibile, dicono sia tra le più belle e limpide al mondo. Puoi consigliarci qualche spiaggia in cui sei stata e in cui ci consigli assolutamente di tuffarci? C: Le spiagge con acqua cristallina che mi sento di consigliare sono tutte quelle che si visitano con i tour (vedi foto) a El Nido. Mentre a Boracay la spiaggia principale è la "White Beach" dove sembra di essere nei Caraibi.

G: Ok, ammetto che non mi dispiacerebbe affatto esser lì adesso! Ad una parte dei viaggiatori non piace stare spiaggiati a lungo, soprattutto se in vacanza! Per chi volesse muoversi un po’ è possibile noleggiare attrezzatura per andare in acqua o fare escursioni? C: Si, assolutamente si.

G: Parliamo di intrattenimento. Solitamente in Europa dove c’è spiaggia ci sono attività turistiche. Cosa ci sai dire dei posti di ristoro sulle coste? C: Nelle spiagge è sempre possibile trovare luoghi di ristoro. Ci sono sia i classici ristorantini sia i loro piccoli bar dove è impossibile non fermarsi a mangiare buonissima frutta fresca.

G: Siamo quindi arrivati alla parte più gustosa della tua vacanza! Molti lettori aspettavano solo questa parte! 😁 Che ci puoi dire della gastronomia locale? C: Il cibo è molto vario, si può trovare qualsiasi tipo di cucina: orientale, messicana, europea e italiana. Nei loro piatti non può mancare la carne di pollo o maiale e riso. Inoltre si può mangiare con pochissimi pesos.

G: A seconda di diversi fattori, come la religione o la cultura popolare, gli alcolici vengono visti in modo assai differente nel mondo. È vero che i Filippini sono amanti della bevuta? Hai assaggiato qualcosa di tipico locale? C: I locali dove poter bere e passare una serata in allegria, non mancano di certo. Di tipico abbiamo assaggiato il loro Rum locale… particolare😎

G: Dove c’è aperitivo c’è relax… ma anche festa! Che fare alla sera? C’è modo di uscire a bere in compagnia o dobbiamo partire rassegnati all'idea che i locali chiudano alle 10pm? C: A El Nido town (dove abbiamo trascorso la maggior parte della vacanza) di sera il piccolo paesino si riempie di vita. Gente che cammina tra i negozi, bar con balconi dove bere e ballare e i loro fantastici Casinò all'aperto, dove si scommetteva con diversi giochi. L'unico appunto che ci tengo a dire, è di non uscire troppo tardi per cena perché si rischia di trovare le cucine chiuse. A Boracay, considerata "l'Ibiza delle Filippine" è ancora più giovanile con discoteche sul lungo mare.

G: Arriviamo alla mia parte preferita, il vero dulcis in fundo. Parlaci della gente locale. Come ti è sembrata? Qualcosa in particolare della loro cultura ti ha attratta? C: I filippini sono meravigliosi, esci per strada ti sorridono, ti salutano anche 100 volte al giorno, disponibili e tranquilli.

G: Le culture nel mondo si differenziano per un sacco di aspetti, spesso ci dimentichiamo che anche la nostra possa sembrare curiosa ad occhi esterni! Come ti sembra abbiano reagito alla tua? C: La gente del posto è molto rispettosa verso le altre culture. In alcune zone più povere li ho trovati molto curiosi nei miei confronti essendo bionda con occhi azzurri, ti fanno sentire una Vip 😂

G: Posso immaginare! Culturalmente, invece, hai conosciuto o avuto la possibilità di provare qualcosa che faccia parte della loro quotidianità? C: Una loro usanza che non passa inosservata sicuramente è togliersi le scarpe prima di entrare in casa, nella nostra stanza ci avevano lasciato delle ciabatte da usare all'interno.

G: Direi che ci hai presentato queste bellissime isole sotto un sacco di aspetti. Diamo uno spunto di percorso ai lettori, potresti dirci esattamente che giro hai fatto e che luoghi hai toccato? C: Il nostro itinerario è stato intenso e suddiviso cosi : atterrati a Manila il giorno seguente ci siamo spostati nell'isola di Palawan. Abbiamo trascorso un paio di giorni a Puerto Princesa per visitare il fiume sotterraneo. Da qui abbiamo preso un mini van che in 5 ore ci ha portato a El Nido dove abbiamo soggiornato 5\6 giorni. E infine ci siamo spostati per gli ultimi giorni nell'isola di Boracay (per poterci arrivare bisogna avere obbligatoriamente la prenotazione dell'hotel).

G: Direi due settimane favolose insomma! Se potessi tornare indietro, con il senno di poi, lo rifaresti uguale o cambieresti qualche tappa? C: Con il senno di poi sì, qualcosa cambierei, purtroppo i giorni a disposizione non sono mai abbastanza e gli spostamenti nelle Filippine sono lenti e poco puntuali. Sicuramente saremmo stati qualche giorno in più al El Nido e anziché come ultima tappa Boracay, avrei scelto Cebu. Ma è molto più distante, quindi voleva dire perdere altri giorni per gli spostamenti.

G: Non ho intenzione di chiederti SE lo consiglieresti, perché immagino che la risposta sia assolutamente positiva, sono curiosa invece di sapere a chi, a chi lo consiglieresti? C: Io un bel viaggio nelle Filippine lo consiglierei a chiunque. Bisogna sapersi adattare ed organizzarsi bene ma è un popolo meraviglioso pronto ad accogliere i turisti con un grande sorriso.

G: Hai qualche suggerimento da dare a chi ancora non c’è stato e che secondo te dovrebbe sapere prima di partire? Un’accortezza che vorresti fosse stata detta anche a te diciamo… C: Il primo suggerimento che mi sento di dare è di prestare attenzione alla loro acqua e ghiaccio e dove vengono utilizzati. Inoltre è vietato fumare per strada, sono dotati di tante smoking area sia in paese che sulla costa.

Che dire Claudia, grazie ancora per esserti resa così disponibile, hai sicuramente incrementato la nostra voglia di partire!

Prima di salutarti però, i lettori avrebbero qualche domanda per te: L: Quanti giorni consigli di fare? C: Per chi può, consiglio di fare 3 settimane.

L: Hai avuto modo di parlare con qualcuno del posto che ti ha raccontato un aneddoto particolare? C: Un aneddoto curioso è la mancanza di coltelli nelle tavole apparecchiate. Un bel giorno abbiamo chiesto il motivo e ci hanno spiegato che in passato venivano utilizzati come armi, quindi per sicurezza gli è rimasta questa usanza di non metterli.

L: Palawan, Cebu o Malapascua, per immersioni divine quali di queste tre isole? C: Io sono stata solo nelle isole di Palawan e Boracay quindi non mi posso esprimere. Ma alcuni viaggiatori incontrati ci hanno parlato molto bene delle immersioni a Cebu e Malapascua.

L: C’è qualche animale pericoloso o qualche vaccino da fare? C: Non c'è nessun animale pericoloso e tanto meno vaccini da fare. Le precauzioni necessarie sono l'assunzione di fermenti lattici prima di partire e spray per le zanzare da darsi sempre.

L: È vero che vivere là costa molto poco? È difficile usare la loro moneta? C: Nell'isola di Palawan costa tutto pochissimo e non è assolutamente difficile usare la loro moneta. Io per monitorare le spese mi ero scaricata un applicazione sul telefono che mi faceva da convertitore. L'isola di Boracay, invece, è molto più cara.

L: Com'è il cibo? È “difficile” mangiare o si mangia bene? C: Il cibo sarà l'ultimo dei vostri problemi, potrete trovare qualsiasi cosa e per i più tradizionalisti tanti locali italiani!!

Bene viaggiatori, direi che adesso abbiamo un sacco di informazioni utili! Voi sapevate già tutto quello di cui ci ha parlato Claudia? Io ho trovato davvero interessante l'aneddoto sui coltelli, non ne ero assolutamente a conoscenza. Avreste preferito sapere di più? fatemelo sapere nei commenti! E infine.. Claudia, per merito tuo partiremo con le idee più chiare, quindi grazie per averci raccontato la tua esperienza e.. per le foto che hai permesso di condividere! 😜

Noi ci ritroviamo sempre qui, sempre di domenica, con una nuova avventura di viaggio! Quale sarà la prossima destinazione? La scoprirete domani sulla pagina del mio profilo Instagram e del mio profilo Facebook. Per partecipare e condividere la vostra storia leggete l'articolo con il regolamento, vedrete che è semplicissimo.

Adesso basta parlare e godiamoci qualche scatto! 😁

TRAVEL TO BE MORE. Giada.



Big Lagoon, El Nido.

Isola Mantinloc, El Nido.

Giochi per strada, El Nido

Fiume sotterraneo, Puerto Princesa.

Nac Pan Beach, El Nido.

White beach, Isola di Boracay.

Bancarella di frutta fresca per strada.

 

Modulo di iscrizione

©2020 di Travel to be more.